L’Angelo del Male – Brightburn

Regia: David YaroveskyCast: Elizabeth Banks, David Denman, Jackson A, Dunn, Matt JonesNazione: Stati Uniti. Durata: 90 minuti. Distribuzione: Warner Bros. 

Risultati immagini per l'angelo del male poster

Siamo a Brightburn, una piccola cittadina del Kansas. Tory e Kyle cercano da tempo invano di avere un bambino. Una sera, proprio nel momento in cui si accingono a fare l’amore, un boato spezza la loro intimità. Si tratta di una navicella proveniente da non si sa dove, caduta nel bosco situato qualche decina di metri fuori dalla loro abitazione. Dieci anni dopo Tory e Kyle sono ancora una coppia ed hanno un bambino, Brandon, di dodici anni. Brandon, però, non è il loro figlio biologico, ma si trovava su quella navicella schiantatasi a pochi metri da casa loro dieci anni prima. Fino a quel momento le cose in famiglia sono andate alla perfezione, ma, con il passare del tempo, Brandon inizierà a sentire il richiamo della sua vera natura e prenderà consapevolezza delle sue reali potenzialità. Per Tory e Kyle è solamente l’inizio di un incubo.

Guarda il Trailer

David Yarovesky con, “L’Angelo del Male – Brightburn” porta sul grande schermo la storia di questo ragazzo dalla natura aliena, dotato di incredibili super poteri, il quale, solo dopo aver preso conoscenza e coscienza delle sue capacità e di quello che può essere in grado di fare, decide di abbracciare la sua nuova natura e di servirsi dei suoi mezzi per mettere fuori combattimento tutti coloro che cercheranno di non assecondare i suoi bisogni e le sue esigenze. Il tutto viene rappresentato dal regista con un taglio più in stile horror rispetto a quello a cui siamo abituati ai giorni nostri nei film sui super eroi, e questo tende a dare un certo senso di originalità a tutto il lavoro.

Yarovesky cerca di proporci un’opera che prende ispirazione dalle origini di quello che può essere considerato il super eroe per antonomasia e di stravolgerne completamente l’aspetto. L’intento del regista è probabilmente quello di ribaltare i giochi di forza che solitamente caratterizzano il mondo degli adulti rispetto al mondo dei più piccoli. Nella vita normale di solito i vari scontri e battibecchi che i ragazzini hanno nei confronti degli adulti (genitori, insegnanti e parenti) si risolvono con l’imposizione di questi ultimi a far accettare ai più piccoli le loro decisioni, ritenute giuste ed inattaccabili in quanto prese da persone adulte. In questo caso le forze si ribaltano, dato che Brandon, una volta acquisiti i suoi super poteri, riuscirà a fare in modo che gli adulti accettino le sue decisioni, mettendo a rischio la loro stessa vita.

Purtroppo, le più che interessanti idee messe sul campo dai realizzatori del film, vengono disattese da una messa in scena dell’opera assolutamente non all’altezza. La sceneggiatura avrebbe meritato approfondimenti maggiori. In fin dei conti ci troviamo di fronte ad un racconto di formazione, dove però il cambiamento interiore di Brandon arriva in modo troppo repentino e superficiale. Anche la vicenda ha uno sviluppo abbastanza sbrigativo, come su tutto dovesse restare per forza dentro i 90 minuti di visione, per evitare che il film si allunghi troppo e perda di interesse per un pubblico di teenager, vero target a cui si rivolge quest’opera. Tutti gli aspetti più introspettivi che possono aver creato una certa curiosità, almeno ad una parte del pubblico, vengono accantonati per lasciare spazio alle immagini ed alle azioni sempre più devastanti del giovane Brandon.

In conclusione “L’Angelo del Male – Brightburn” è un film dalle buone potenzialità, ma che si preoccupa di rivolgersi quasi ed esclusivamente ad un pubblico adolescente, preferendo una buona messa in scena con qualche effetto speciale davvero spettacolare ad un maggiore approfondimento e sviluppo delle caratteristiche dei suoi protagonisti e della vicenda stessa.

Voto del pubblico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *