Toy Story 4

Regia: John Lasseter, Josh CooleyCast: /. Nazione: Stati Uniti. Durata: 100 minuti. Distribuzione: Walt Disney

Risultati immagini per toy story 4

Woody, insieme a tutti gli altri giocattoli vivono felicemente con Bonnie. Ovviamente il rapporto tra Woody e Bonnie non può essere lo stesso che c’era con Andy, ma il giocattolo ha tutte le intenzioni di stare vicino e prendersi cura della sua piccola proprietaria. Woody infatti decide, nonostante tutti i pareri contrari degli amici, di infilarsi nello zainetto di Bonnie per il suo primo giorno di asilo, intenzionato a vegliare su di lei in una giornata così importante. Per Bonnie il primo giorno non è molto semplice ed a rallegrarla riesce soltanto un nuovo piccolo amico, Forky, un giocattolo costruito dalla stessa Bonnie, con il segreto aiuto di Woody, con del materiale di riciclo e che ha però la convinzione di essere spazzatura e cerca ogni possibile scusa per infilarcisi dentro. Woody cercherà di convincerlo dell’importanza di aver trovato un bambino a cui potere dare gioia e divertimento, ma il suo lavoro sarà veramente duro, avventuroso e pieno di peripezie.

Guarda il Trailer

Diciamoci la verità, dopo i tre ottimi capitoli sfornati dalla PIXAR sulla saga di TOY STORY, le previsioni sul fatto che questo quarto capitolo potesse essere un fiasco erano piuttosto numerose. Essendo invece altrettanto sinceri, possiamo tranquillamente affermare che, nonostante non si raggiungano i livelli di qualità dei suoi predecessori, anche in questa occasione ci troviamo davanti ad un lavoro ben strutturato e dalle ottime qualità. Rispetto ai capitoli precedenti questo quarto episodio prende una strada un po’ differente, mostrandoci che può esserci anche un altro tipo di vita per i giocattoli oltre ad essere posseduti da un bambino. Il film cerca di coinvolgere lo spettatore dal punto di vista dei sentimenti percorrendo due strade ben distinte ma che colpiscono nel segno. Se da una parte la malinconia nel rivedere i vecchi giocattoli storici che ci hanno accompagnato fin dal primo capitolo della saga permette al pubblico un po’ più adulto di vivere un piacevole dejavù, dall’altro lato è sempre sorprendente come la PIXAR riesca ad introdurre ogni volta all’interno della saga personaggi nuovi, originali ed interessanti, con la capacità di stimolare la curiosità dello spettatore.

Leggia Anche – Toy Story 4: Un Nuovo Poster del Film

Come per i suoi predecessori, il film scorre via in maniera sempre piacevole e divertente, ed anche in questa occasione i temi toccati sono veramente tanti: dalla crisi d’identità che colpisce il giovane Forky, al desiderio di ogni personaggio, giocattolo e non, di trovare qualcuno che lo possa far sentire amato e ben voluto, fino ad arrivare all’evoluzione del vecchio Woody, ormai consapevole che dopo tutto questo tempo è arrivato il momento di guardare avanti e di compiere quella trasformazione necessaria per crescere e vivere la propria vita.

Poche parole invece dal punto di vista tecnico, dato che sotto questo aspetto la PIXAR non ha bisogno di nessuna presentazione. Anche qui come un po’ in tutti gli altri suoi film, il livello di coinvolgimento visivo e sonoro è davvero importante. Il mix di colori, immagini, musiche e suoni permette allo spettatore di seguire la vicenda senza mai annoiarsi. La sceneggiatura è ben costruita ed ha la capacità di toccare tutti gli argomenti sopra citati in modo leggero, permettendo al pubblico di tutte le età di seguire la storia ed i suoi personaggi preferiti divertendosi durante la visione.

Leggi Anche – Toy Story 4: Un Nuovo Spot per la Tv

Ovviamente in questo capitolo manca il coinvolgimento emotivo che era tipico dei suoi predecessori, anche per come si era andato a chiudere il terzo episodio. Tutto sommato, però, anche in questa occasione ci troviamo davanti ad un buon film, che conferma che TOY STORY è la saga con i migliori sequel del mondo PIXAR. Ci troviamo davanti un’opera godibile, divertente e che ha sempre qualcosa di interessante da dire.

Voto del pubblico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *